Come prevenire le malattie cardiovascolari?

Nella lotta per una vita libera da malattie cardiovascolari, vale la pena conoscere i fattori che noi stessi possiamo eliminare, perché la loro presenza nella nostra vita aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiache. Particolarmente vulnerabili alla comparsa di questo gruppo di malattie sono le persone che hanno contemporaneamente diversi fattori di rischio.

Come prevenire le malattie cardiovascolari

Malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari sono tra le cause più comuni di morte. Come sempre in medicina, prevenire è meglio che curare, perché il trattamento è difficile e duraturo – a volte deve essere continuato per il resto della vita. Nella lotta per una vita libera da malattie cardiovascolari, vale la pena conoscere i fattori che noi stessi possiamo eliminare, perché la loro presenza nella nostra vita aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiache. Particolarmente vulnerabili alla comparsa di questo gruppo di malattie sono le persone che hanno contemporaneamente diversi fattori di rischio.

Cos’è l’aterosclerosi e l’ipertensione?

L’aterosclerosi è la patologia più pericolosa che coinvolge le arterie, il cui sviluppo causa una serie di malattie cardiovascolari. Nei vasi precedentemente menzionati, si sviluppano le cosiddette placche aterosclerotiche, che restringono il loro lume – in casi estremi possono anche portare alla loro completa chiusura. Di conseguenza, il flusso di sangue attraverso le arterie è limitato, comprese le arterie che riforniscono il cuore. Il primo sintomo dell’aterosclerosi, purtroppo, molto spesso è l’infarto stesso.

L’ipertensione arteriosa è una malattia pericolosa – non senza ragione, è chiamata il “killer silenzioso” e non dovrebbe essere ignorata. I valori della pressione arteriosa aumentano gradualmente con l’età, superando lentamente il livello sicuro per il nostro organismo, che si presume essere 140/90 mmHg. Nella maggior parte dei casi, la malattia è asintomatica, perché il nostro corpo si adatta gradualmente alle nuove condizioni. Il primo passo per combattere l’ipertensione è evitare che si verifichi. Tuttavia, una volta che si ha la malattia, è molto importante trattarla in modo efficace e sistematico, mantenendo la pressione sanguigna entro i limiti della norma.

Prevenzione delle malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari più comuni includono l’ipertensione e l’aterosclerosi, che possono portare alla cardiopatia ischemica, e questa a sua volta a una condizione pericolosa per la vita, cioè l’infarto miocardico. Ci sono fattori di rischio di malattie cardiovascolari, su cui non abbiamo alcuna influenza – sono: sesso maschile, età avanzata o storia familiare di malattie cardiache. Va ricordato, tuttavia, che la base per la prevenzione delle malattie cardiovascolari è condurre uno stile di vita sano, perché è come viviamo che in circa il 50% dipende dalla nostra salute.

I principali fattori che favoriscono lo sviluppo, tra gli altri, dell’ipertensione arteriosa e dell’aterosclerosi, che possiamo combattere efficacemente da soli (fattori modificabili), sono l’obesità causata da una dieta inadeguata e la mancanza o insufficienza di attività fisica, nonché le dipendenze, tra cui il fumo e l’alcol. Per mantenere una buona salute e uscire dal gruppo di rischio delle malattie cardiovascolari, le persone colpite da questi fattori devono assolutamente e decisamente modificare il loro stile di vita. I passi principali dovrebbero essere fatti per ridurre il peso corporeo, aumentare l’attività fisica settimanale e rinunciare completamente al fumo. Bisogna ricordare che solo la lotta simultanea e radicale di tutti i fattori di rischio porterà al pieno successo nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Riduzione del peso corporeo

Il peso corporeo adeguato al sesso e all’altezza è un fattore molto importante che influenza il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare. Con l’obesità, e anche già in sovrappeso, la pressione sanguigna aumenta. L’obesità (soprattutto l’obesità addominale, quando la circonferenza della vita è: nelle donne ≥ 80 cm; negli uomini ≥ 94 cm), in cui abbiamo a che fare con l’eccesso di tessuto adiposo, è uno dei fattori nello sviluppo di ipertensione, dislipidemia (che consiste nella presenza di disturbi nella gestione del grasso corporeo), diabete o cardiopatia ischemica.

Un’efficace riduzione del peso corporeo è possibile attraverso l’uso di una dieta individuale opportunamente selezionata e il consumo di nutrienti adeguati e preziosi (in quantità appropriate). Prima di tutto, l’assunzione di grassi animali dovrebbe essere limitata e meglio sostituita con grassi vegetali, che sono molto più sani. Sarebbe anche bene rinunciare allo zucchero contenuto nelle bevande zuccherate, per esempio.

Per riassumere, la dieta deve essere povera di calorie con una quantità limitata di grassi e carboidrati. Inoltre, è importante regolare il tempo dei pasti – si dovrebbe mangiare 4-5 volte al giorno, e gli intervalli tra loro non dovrebbero essere più lunghi di 2-4 ore. È un grande errore non fare colazione, perché previene le fluttuazioni eccessive dei livelli di glucosio nel corpo. La colazione dovrebbe essere consumata immediatamente dopo il risveglio. La cena, invece, dovrebbe essere consumata almeno 2 ore prima di andare a letto.

Leggete anche il nostro articolo sui prodotti per la salute del cuore – qui.

Riduzione del peso corporeo

Malattie cardiovascolari e sport

Lo sport riduce il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e quindi prolunga la vita. Inoltre, riduce la pressione sanguigna e previene lo sviluppo dell’obesità e del diabete. L’attività fisica regolare, indipendentemente dal suo tipo, aiuta a ridurre il peso corporeo e inoltre migliora la condizione del cuore, che ha un effetto positivo sulla forma fisica generale del corpo.

Una persona sana e fisicamente attiva dovrebbe fare esercizio sistematico almeno 4-5 volte alla settimana (o anche ogni giorno), per non meno di 30-45 minuti. Bisogna ricordare, però, che prima di intraprendere uno sforzo faticoso si dovrebbe contattare un medico per valutare le condizioni iniziali del nostro organismo, in modo che gli esercizi ci aiutino e non ci danneggino.

Malattie cardiovascolari e stimolanti

Bere alcol in quantità eccessive causa un aumento della pressione sanguigna e indebolisce e rende inefficiente il funzionamento del cuore. Tuttavia, piccole quantità di alcol hanno un effetto benefico sul funzionamento del nostro corpo. Il fumo è molto dannoso per tutto il corpo – aumenta il rischio di infarto diverse volte. La nicotina e i componenti del fumo di sigaretta portano a uno sviluppo più rapido dell’aterosclerosi nelle arterie, compromettendo il flusso di sangue. Questo porta a una situazione in cui meno ossigeno e nutrienti raggiungono il cuore di quanto dovrebbe essere.

Inoltre, la nicotina aumenta la pressione sanguigna e accelera la frequenza cardiaca, il che influisce negativamente sulla condizione del cuore e dell’intero sistema cardiovascolare. Il monossido di carbonio, formato come risultato della combustione incompleta del tabacco, quando inalato da un fumatore, si lega con l’emoglobina, formando carbossiemoglobina, che non trasporta ossigeno (quindi meno ossigeno viene consegnato agli organi vitali – cervello e cuore) e accelera anche l’aggregazione piastrinica, che può anche essere legata allo sviluppo di aterosclerosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *